Klaus: come creare un’atmosfera realistica

11

DICEMBRE 2019

di Andrea Dotta

Oggi parliamo di un film fantastico: KLAUS!

Da molto tempo non si vedeva un film d’animazione di questo livello e il merito va alla Spagnola “The SPA Studios” di Sergio Pablos. Ci hanno lavorato artisti di tutto il mondo tra cui anche molti italiani, quindi bravi tutti!

Come si crea un’atmosfera realistica in un film?
Sicuramente KLAUS è il miglior esempio in circolazione per spiegarlo!

Tutto parte dalla luce naturale che vogliamo dare alla nostra scena: quale fonte di luce la illumina?

Dividiamo le scene del Trailer per fonti di luce:

GIORNO – ESTERNO – NUVOLOSO

La composizione della luce qui è la stessa di un esterno sereno, cioè con la presenza di tutto lo spettro cromatico, l’unica cosa che influisce è la saturazione di tutto che si abbassa in modo omogeneo e anche il contrasto tra ombre e luci diminuisce rendendo il tutto molto più piatto e spento.

GIORNO – ESTERNO/INTERNO – SERENO

Qui i contrasti sono molto forti: abbiamo zone in luce molto sature dove i colori sono pieni e vivi molto diverse dalle zone in ombra molto scure e desaturate. Voglio ricordarti che la luce è un fatto di contrasto, più luce vuoi avere in un’immagine più il contrasto tra luce e ombra deve essere forte!

A volte qui le zone in ombra sono ravvivate con dei controluce bluastri, la luce riflessa della neve, per non appesantire troppo le immagini.

NOTTE – INTERNO – INCANDESCENZA

La composizione della luce delle candele o delle lampadine a incandescenza in generale è molto rossa poichè non possiede le lunghezze d’onda corte del blu e quindi ogni oggetto blu risulterà molto più grigio o rossastro.

NOTTE – ESTERNO – LUNA

La luce della luna ha la stessa composizione di quella solare, ma allora perchè vediamo tutto blu?
Si tratta dell’assenza di luce che attiva cellule diverse del nostro occhio, i bastoncelli, mandandolo in visione notturna.
Così facendo tutta la nostra percezione dei colori si sposta verso il blu poichè i bastoncelli sono più sensibili a quelle lunghezze d’onda, perdendo le lunghezze d’onda del rosso.

ESTERNO – TRAMONTO/ALBA

Qui non siamo al livello delle luci a incandescenza, però ogni cosa tende verso il rosso, poichè le lunghezze d’onda del blu diminuiscono notevolmente e di conseguenza anche quelle del verde lasciando il rosso come predominante.

Spero questa piccola chiacchierata ti sia stata d’aiuto, se vuoi saperne di più ti lascio qualche link per approfondire!

Partiamo dal lato tecnico innovativo per il quale Klaus sembri animato in 3D nonostante sia in 2D come i vecchi film Disney:
qui di seguito puoi vedere il processo in HOUDOO e MOU, due strumenti creati da Les Films Du Poisson Rouge per portare l’animazione classica ad un nuovo livello.
Ecco il video!

Per vedere qualche video e intervista in più riguardo al progetto potete andare sulla pagina Facebook ufficiale ricolma di materiale incredibile!
THE SPA STUDIOS – PAGINA FB UFFICIALE

Oppure sul loro canale Youtube con qualche Tutorial molto interessante!
THE SPA STUDIOS – CANALE YOUTUBE

Andrea Dotta
Andrea Dotta

Owner and Founder di Colorazionedigitale.it
Classe 1989, inizia la sua carriera a 21 anni lavorando come Colorista e Disegnatore Professionista in ambito di Fumetto e Illustrazione.

Si distingue per i suoi lavori in collaborazione con Disney Egmont, Lego e Tatailab, contando anche i suoi progetti personali come il fumetto Johnny Dynamic e il primo libro sulla Colorazione Digitale in Italia.

colorazione digitale

VUOI RICEVERE GRATIS 4 VIDEO LEZIONI?

Avrai anche contenuti di approfondimento sulla colorazione digitale!

La tua iscrizione è avvenuta con successo!