Come scegliere un PC per illustratori e fumettisti nel 2021?

02

DICEMBRE 2020

di Andrea Dotta

Sei in cerca di un computer potente per lavorare come illustratore?

Ti darò tutte le informazioni che hai bisogno per poter scegliere al meglio, dandoti anche qualche scelta tra i pc presenti sul mercato.

1. PORTATILE O PC DESKTOP?

Come scegliere se comprare un pc portatile o un pc fisso per lavorare sulle nostre illustrazioni?

Ci sono molti fattori legati al nostro carattere che possono legarci a una scelta o all’altra:

 

TEAM PORTATILE

Sicuramente avere un portatile è molto utile se siamo persone che si spostano frequentemente. 

Il lavoro dell illustratore o fumettista spesso è un lavoro molto solitario e di conseguenza spostarci di casa per lavorare è uno dei modi che abbiamo per rimanere connessi al mondo intorno a noi, fare amicizie e connessioni lavorative e soprattutto non impazzire!

Quindi considero il portatile indispensabile per poter decidere giornalmente se lavorare a casa, in uno studio in affitto, in un bar o in una biblioteca.

Può essere anche utile per mostrare i propri lavori ad un cliente direttamente nel suo ufficio o ad una fiera di settore senza necessariamente spendere per avere un tablet o la dimensione ridotta di uno smartphone.

Hai tutto integrato! Non devi installare microfono, webcam, casse, mouse, tastiera o addirittura comprare uno schermo. Hai un solo oggetto!

Di contro ci sono vari problemi di Hardware sui portatili che non voglio sottovalutare:

I portatili attuali sono sempre più compatti e lo spazio tra i componenti è minimo, di conseguenza anche le ventole spesso fanno fatica a disperdere tutto il calore e quindi si surriscalda più facilmente.

Sono più costosi, avere un portatile vuol dire spendere un po’ di più per avere le stesse prestazioni ed ultimo fattore importantissimo è che compriamo un prodotto spesso preassemblato che morirà con gli stessi componenti con cui è stato creato.

Espandere o cambiare i componenti viene reso sempre più difficile dai costruttori.

Per ricapitolare:

 PRO

  • Puoi lavorare dove vuoi;
  • Puoi mostrare i tuoi lavori ai tuoi clienti ovunque;
  • Niente da installare, hai un solo oggetto!

 CONTRO

  • Si surriscaldano perchè troppo compatti;
  • Spendere di più per le stesse caratteristiche;
  • Difficile espandere o cambiare i pezzi.

TEAM PC DESKTOP

 

Ami lavorare a casa o lavori solamente in studio? Bene!

Vorrà dire che non hai l’esigenza di spostarti ogni giorno a seconda del tuo umore e di conseguenza potrai avere un oggetto bello pesante, ma molto più performante.

Potrai avere un oggetto che a prezzo minore ti darà la possibilità di avere una migliore potenza. Ti si rompe un pezzo o ormai è troppo vecchio per far funzionare i programmi di ultima generazione? Lo cambi, anche si dovesse trattare di scheda madre o chassis.

Hai bisogno di uno schermo super professionale che un portatile non può permettersi?

Puoi farlo!

Contro considerevoli su questo tipo di prodotti sono riguardo alla mobilità e sul fatto che devi comprarti ogni extra: webcam, casse, microfono, mouse, tastiera e schermo.

Oppure compri uno schermo MAC tutto in uno a cui devi aggiungere solo tastiera e mouse.

Di conseguenza dovrai comprarti un tablet per mostrare i tuoi lavori a un cliente.

PRO

  • Avere più potenza;
  • Prezzo inferiore per lo stesso risultato;
  • Interamente personalizzabile!

 CONTRO

  • Non puoi spostarlo al di fuori di casa a meno di un trasloco;
  • Devi comprarti un supporto portatile per mostrare i tuoi lavori;
  • Devi occuparti di scegliere e installare tutte le periferiche extra!

2. SISTEMA OPERATIVO: WINDOWS, MAC O LINUX?

Windows, macOS e Linux: pro e contro dei sistemi operativi per PC - FASTWEB

Sarò breve nel confrontare i vari sistemi operativi per disegnare su pc, anche perchè molto si basa sulle proprie abitudini.

 

Windows è un ottimo sistema operativo, a volte in alcune versioni incespica e fa casino (Windows Vista, Windows 8, etc…), però non c’è niente da fare, è il sistema più diffuso e ogni programma viene create prima per windows.

 

Tutte le periferiche e i programmi saranno compatibili e retrocompatibili al 100% per windows, avrete molti problemi in meno.

Si ci sono anche più virus compatibili, ma basta avere un antivirus ed evitare siti poco raccomandabili.

 

Mac è un software stabile, forse più di windows, e pochi virus sono stati progettati per mac in confronto a windows. Il grande dramma è avere driver compatibili per alcune periferiche vecchie o particolari o reperire alcuni software non disponibili per mac.

 

Linux… Linux è incredibilmente leggero, alcune versioni possono girare su computer vecchissimi riportandoli a nuovo splendore.

La pecca è che è un programma per smanettoni e quando si parla di compatibilità abbiamo il problema di mac moltiplicato per 10.000.

Sconsigliato per chi fa grafica o illustrazione.

3. GUIDA ALLE CARATTERISTICHE HARDWARE DI UN PC

Ora andiamo a valutare tutte le varie componenti hardware, cosa sono e a cosa servono:

Come vedere caratteristiche tecniche del PC scheda video audio CPU RAM SSD  HD

  • Scheda Madre: La base su cui tutto viene montato, senza scheda madre un pc non può esistere.

Raccoglie in sé tutta la circuiteria elettronica e i collegamenti di interfaccia tra i vari componenti interni principali di un personal computer come memoria e le altre schede elettroniche montate o alloggiate sopra.

  • Processore CPU: Il componente del computer che si occupa di fare calcoli, sta alla base del funzionamento di tutte le altre componenti. Solitamente è un componente importantissimo nel montaggio video, nell’effettistica e nel 3d dove alcuni effetti complessi vengono ricalcolati continuamente durante la lavorazione. Ci sono attualmente di vari tipi e le caratteristiche che ci interessano sono prevalentemente 3:

– i3-i5-i7-i9: si riferisce alla quantità di bit che può immagazzinare per fare calcoli, sull i7 è dove vogliamo posizionarci con il nostro pc professionale;

– la Generazione: si riferisce a quanto tempo fa è stato progettato questo processore, più è alto il numero della generazione più è moderno. Attualmente in commercio sono arrivati i processori di Decima generazione, mentre fino alla ottava si reputano di ottima qualità. Per determinare l’efficacia di un processore è molto meglio affidarsi sulla generazione che sulle i3-i5-i7-i9.

– Dual-core, Quad-core, Octa-core, i Multicore: Avere un processore composto da più processori che lavorano in contemporanea ci permette di dare task diverse ai diversi processori invece di metterle in coda una dopo l’altra. Questo diminuisce il tempo necessario a fare una singola operazione, di conseguenza rende il pc più veloce!

  • Memoria RAM: La RAM costituisce la memoria temporanea, tutte le informazioni che il nostro pc può processare contemporaneamente, cioè tutti i programmi, immagini e video aperti contemporaneamente. Importantissima nei lavori su immagini fisse, poter aprire più immagini e di dimensioni considerevoli senza perdere velocità può aiutarci ad evitare problemi. Per lavorare bene su illustrazioni e grafica abbiamo bisogno di 8-16 Giga.

  • Scheda Video: La scheda video è una Memoria dedicata solo alla rappresentazione grafica su schermo di tutti gli impulsi che noi inviamo al pc e come lui risponde.

Quindi è una RAM dedicata ai processi grafici e più i processi sono complessi, più la scheda video deve essere potente.

C’è una differenza da tenere a mente tra Scheda Integrata e Scheda Dedicata.

Solitamente la scheda integrata, nei portatili più spesso, è una scheda grafica dedicata al funzionamento base del pc, se invece vogliamo lavorare in sicurezza dobbiamo sempre scegliere una scheda grafica dedicata. 

La marca migliore e più diffusa a cui affidarsi è la NVIDIA.

Avere almeno 2 GB di RAM dedicata è il minimo, 4 GB sono ottimi.

  • Disco di memoria: Qui è dove teniamo la memoria a lungo termine, cioè tutte le informazioni che attualmente non ci servono che però vengono immagazzinate in maniera “permanente” per essere richiamate a nostro piacimento.

Abbiamo due tipi diversi di Dischi di memoria attualmente in commercio: 

– HDD, cioè i vecchi Hard Disk, sono costituiti da un disco che gira dove vengono scritte tutti i dati, lento e economico;

– SSD, gli stato solido, non hanno parti mobili e sono molto più affidabili e veloci, ma hanno attualmente un costo notevolmente maggiore ed è consigliato averli soprattutto dove gira il sistema operativi e i programmi principali.

 

  • Schermo: Le schermo è dove vediamo quello che facciamo all’interno del nostro pc e questo componente ha varie caratteristiche che possono interessarci:

– Pollici e Risoluzione:

I pollici dello schermo si riferiscono alla grandezza fisica, quindi tenete a mente di quanto spazio avete e di che dimensioni avete bisogno per lavorare comodi. Contate che voi per guardare uno schermo dovreste rimanere a una volta e mezza la diagonale. Schermi troppo grandi sono difficili da usare per lavoro. Riguardo alla risoluzione sono la quantità di Pixel che vengono usati per rappresentare la tua immagine, il minimo attualmente è HD 1920×1280 a salire verso 2K e 4K;

– Profondità colore:

Quanti colori può riprodurre il nostro schermo?

C’è un Profilo Colore standard su cui si basano maggior parte degli schermi commerciali, cioè l’ sRGB. Di conseguenza ogni schermo ha una percentuale di spettro visivo relativo all’ sRGB, più la percentuale è alta più colori saranno riproducibili dal nostro schermo.

Consiglio di avvicinarsi il più possibile a 100% sRGB soprattutto se si lavora con i colori. Per professionisti più esperti ci sono anche gli schermi che supportano Adobe RGB e profili colore più avanzati, ma i costi lievitano rapidamente.

– Monitor IPS, TN e VA

  1. I monitor IPS, acronimo di “In-Plane Switching” hanno come peculiarità quella di fornire ampi angoli di visuale senza distorcere l’immagine e di riprodurre un elevata gamma di colori. I tablet e gli smartphone prediligono la tecnologia IPS perché è la migliore per la riproduzione di foto e video. Inutile dire che questa sia la scelta migliore da adottare.
  2. Lo schermo TN, in esteso “Twisted Nematic”  venne sviluppato a partire dalla fine degli anni ‘8o, quindi si tratta di una tecnologia più obsoleta di quella Ips. Infatti questi modelli sono più limitati dal punto di vista dell’angolo di visione ed i colori risultano di qualità molto più inferiore.  
  3. I monitor VA, ovvero “Vertical Alignment” rappresentano la via di mezzo tra i modelli IPS e TN. Infatti presentano sia un discreto angolo di visione che un buon contrasto visivo, ma i colori sono riprodotti in modo meno perfetto rispetto agli IPS.

 

  • Usb: Le porte Usb presenti sul nostro pc devono essere di ultima generazione in modo da avere la massima velocità che passi tra Dischi di memoria o chiavette e il nostro pc. Se vogliamo lavorare direttamente su un Hard Disk esterno dobbiamo avere minimo una USB di Terza generazione, oppure le ultime USB-C o Thunderbolt.

 

4. CARATTERISTICHE MINIME E CONSIGLIATE

PC troppo lenti: gli Italiani perdono una settimana di tempo libero per  Computer poco efficienti - HDblog.it

Caratteristiche Minime:

Principali:

– Processore i5 Ottava Generazione

– Ram 8 Gb

– Scheda Grafica 2 GB Dedicata Nvidia e NON INTEGRATA (Priorità!)

 

Secondarie:

– HDD interno di 1 Tb. 

– Schermo HD 

– Usb 3

How to Delete or Split Your Mac's Fusion Drive

Caratteristiche Consigliate:

Principali:

– Processore i7 Nona Generazione

– Ram 16 Gb

– Scheda Grafica Dedicata 4-6 GB Nvidia e NON INTEGRATA (importantissimo)

 

Secondarie:

– SSD 250 Gb + HDD di 1 Tb. 

– Schermo HD con IPS + srgb 100% 

– Usb-C o Thunderbolt

5. MIGLIORI PORTATILI PER illustratori e fumettisti

6. MIGLIORI PC FISSI PER Illustratori e fumettisti

Con questo chiudo,

spero di essere stato d’aiuto nella tua scelta di un pc!

A presto,

 

Andrea

Andrea Dotta
Andrea Dotta

Owner and Founder di Colorazionedigitale.it
Classe 1989, inizia la sua carriera a 21 anni lavorando come Colorista e Disegnatore Professionista in ambito di Fumetto e Illustrazione.

Si distingue per i suoi lavori in collaborazione con Disney Egmont, Lego e Tatailab, contando anche i suoi progetti personali come il fumetto Johnny Dynamic e il primo libro sulla Colorazione Digitale in Italia.